Architettura

Il nuovo Orto Botanico di Padova è anche museo

zoom Orto 19 1

Il nuovo Orto Botanico di Padova è anche museo è stato modificato: 2014-10-10 di anna rado

L’Orto Botanico di Padova, inaugurato il 15 settembre 2014, non è stato solo ampliato limitatamente all’architattura con un cubo di 100×18 metri composto di grandi pannelli Veneto Vetro, nei quali sono preservate le specie dai cinque continenti,

ma ha dato anche vita a un percorso espositivo che è scandito da pannelli in vetro di grandi dimensioni. La visita alle 5 nuove serre sviluppa due grandi tematiche: la botanica e il rapporto uomo-natura.

L’orto botanico più antico del mondo è oggi anche il più innovativo. A raccontare ogni pianta non vi è solo il nome latino delle singole specie, tipicamente riportato su di un cartellino, ma anche un compendio di informazioni fornite tramite una app e riprese da pannelli in vetro verticali, posizionati alle pareti di ogni serra, sui quali, con grafica monocromatica, sono raccontate tutte le informazioni rispetto ad habitat, caratteristiche delle specie e curiosità.

La scelta di usare esclusivamente il vetro come materiale per l’esposizione, e in particolare di stamparlo con tecnologia Cromoglass, è stata dettata dalle sue caratteristiche di  inalterabilità in condizioni di umidità e temperatura elevata, oltre che esposizione continua all’irradiazione solare ovviando ad alterazioni dei colori, come invece avviene nel tempo per i pigmenti della stampa su carta.

La stampa Cromoglass inoltre è retrostampata quindi  i riflessi sono ridotti al minimo, agevolando così la lettura e contribuendo alla spettacolarità delle fotografie di grandi dimensioni che, stampate ad alta risoluzione, accompagnano teche con reperti o installazioni interattive realizzate in collaborazione con Dotdotdot.

La  continuità della stampa dell’immagine lungo tutta la superficie, e l’effetto che queste siano sospese, è reso possibile dal particolare sistema di fissaggi adottato che sfrutta tasselli che non prevedono forature passanti, gli FZP-G di Fischer.

Inoltre il vetro, in quanto  riciclabile al 100%, è anche una scelta  ecocompatibile e quindi in linea con principi e valori di un luogo la cui vocazione è preservare il patrimonio botanico mondiale.

zoom Orto 16 1

Linkografia:

Cromoglass
Orto Botanico Padova
Veneto Vetro Progetti
Sistemi di fissaggio Fischer
Dotdotot
Architetto Giorgio Strappazzon dello studio VS associati

You Might Also Like

Rispondi