Architettura

L’asilo in ceramica di Fiorano Modenese

ATLS

L’asilo in ceramica di Fiorano Modenese è stato modificato: 2014-05-28 di AlePi

Realizzato interamente in ceramica, il nuovo edificio è destinato a ospitare bambini dai 9 ai 36 mesi. Un progetto “sociale” che servirà anche il territorio della comunità di Fiorano Modenese.

La ceramica Made in Italy è la protagonista assoluta di questo progetto che coniuga la praticità e la salubrità di questo materiale con le sue mille declinazioni cromatiche e decorative. 

Versatile, elegante, funzionale: la ceramica si presta a mille impieghi e fa parte delle nostra quotidianità più di quanto si possa pensare. Ce la ritroviamo attorno ogni giorno, nei supermercati, nei ristoranti, a scuola, in hotel, in aeroporto, in ospedale, in moltissimi altri ambienti pubblici destinati al traffico intenso. Oltre che nelle nostre case, naturalmente. Già, perché questo materiale, oltre ad essere particolarmente resistente e durevole, è compatto, impermeabile, facile da pulire e refrattario a polveri, germi e qualsiasi altra sostanza nociva per la salute.

Altre virtù? Certamente: è made in Italy, riflette un gusto tutto italiano per il bello che si esprime in una varietà infinita di formati, colori, superfici ed effetti decorativi che si adattano perfettamente ad ogni ambiente, sia interno che esterno, rivestendo con eleganza e creatività pareti, pavimenti e volumi architettonici.

La ceramica è protagonista assoluta anche di un progetto “sociale” a favore dei più piccoli, nato dalla collaborazione tra pubblica amministrazione e privati: si tratta del nuovo asilo nido del Gruppo Concorde, tra i principali attori mondiali del settore ceramico, pensato per ospitare i bambini dei propri collaboratori e servire anche il territorio circostante.

Realizzato interamente in ceramica, il nuovo edificio sorge su un terreno di 4500 mq con una superficie coperta di 1000 mq nel comune di Fiorano Modenese, ed è appena stato inaugurato. Ultramoderno e di alto pregio architettonico, adotta molte soluzioni d’avanguardia come rivestimenti autopulenti montati su parete ventilata, pavimenti antibatterici, riscaldamento a pavimento, totale riciclo idrico e sistemi avanzati per la sicurezza e l’efficienza energetica.

Ma la protagonista assoluta è la ceramica, nelle sue mille versioni e sfaccettature, riproposta nei pavimenti e nei rivestimenti di tutti gli ambienti. Prendiamo i bagni, ad esempio: le collezioni utilizzate sono firmate da FAP ceramiche, azienda del Gruppo Concorde. La scelta progettuale è basata su un fil rouge unico e determinante: il colore. Arancio-mandarino, verde-foresta, grigio-cenere alternati a mattonelle di colore bianco che ricostruiscono un allegro patchwork di tonalità contrastanti. Le piastrelle utilizzate sono quelle della collezione Archicolors di pavimenti e rivestimenti in gres porcellanato, proposta nel formato 20×20 e disponibile in oltre 20 diverse tonalità.

Dedicato alla memoria di don Arrigo Mussini, il nuovo asilo è gestito da una cooperativa sociale senza scopo di lucro ed è destinato a ospitare bambini tra i 9 e i 36 mesi. La struttura servirà però anche il territorio circostante, accogliendo anche alcuni piccoli ospiti della comunità di Fiorano Modenese.

ATLS1

FAP asiloConcorde bagno 1

FAP asiloConcorde bagno 6

FAP asiloConcorde bagno 19

You Might Also Like

Rispondi