Architettura

Ristrutturazione di un appartamento in pochi interventi

01 CA VISTA 01 800

Ristrutturazione di un appartamento in pochi interventi è stato modificato: 2013-12-16 di PaolaN

Non sempre ristrutturare significa stravolgere la composizione interna di un appartamento. Ci sono infatti, nel patrimonio immobiliare di qualche decina di anni fa, appartamenti con schemi semplici, a corridoi centrali e stanze separate che tempo fa potevano essere perfette per una famiglia media, ma oggi ogni centimetro quadrato è indispensabile, le dimensioni si riducono, e si rende necessario adattare la composizione interna della casa alle nuove esigenze.

Uno dei primi inteventi, in genere, è la diminuzione del “corridoio” elemento sempre presente nei vecchi edifici e sempre più ridotto o razionalizzato nei nuovi progetti. Ma cosa vuol dire “razionalizzato”? Vuol dire che può essere sfruttato, non solo come zona di passaggio, ma anche come alloggiamento armadiatura di servizio, magari a specchio per aumentarne visivamente la profondità, o ancora ribassando il soffitto con una struttura portante e “nascondere” un ripostiglio a soppalco, che per quanto posso essere visto come spazio “scomodo” è pur sempre un volume già nostro, e quindi perchè non sfruttarlo? Ricordo inoltre che l'”effetto corridodio” è quella particolare combinazione di sproporzionalità tra larghezza, lunghezza ed altezza del locale che lo fa percepire come ambiente lungo. L’abbassamento del soffitto aiuta a diminuire questa percezione di luogo cupo.

Vediamo di seguito un caso pratico di ristrutturazione di un vecchio appartamento, con classica distribuzione accentrata nel corridoio.

01 CA VISTA xx 800

L’accesso avviene dal corpo scale comune. L’appartamento è situato al piano “rialzato”, ovvero il piano di calpestio interno è di circa 1,20m sopra al livello del gairdino comune esterno.

Cosa mantenere:

– forma e posizione dei serramenti e delle murature esterne (per evitare pratica paesaggistica)
– corpo scale
– strutture (due pilastri a gli angoli della cucina e della cameretta)
– posizione degli scarichi
– posizione porta ingresso

Richieste della committenza:

– avere un accesso diretto alla zona giorno
– agginta di una lavanderia e possibilmente di una cabina armadio.

Idee?

La prima che è venuta a me è quella di unire soggiorno e cucina ed avere un accesso diretto dall’ingresso, modificando il corridoio. Con uno spostamento di tavolati ho aggiunto una lavanderia e una cabina armadio. Vediamo come si è trasformato l’appartamento:

pianta-esi L400

pianta-progetto L400

Il bagno è stato ridimensionato, allargandolo e accorciandolo, così da avere sia vasca che doccia. E’ stata realizzata una lavanderia che verrà utilizzata anche come bagno di servizio. Non è stato possibile abbattere, come da vincolo, il pilastro di sinistra che ora risulta visibile tra la zona cucina e il salotto. Questo elemento è stato rafforzato e sottolineato realizzando una trave ribassata in cartongesso che insieme al pilastro stesso fa da “portale” tra zona cottura e salotto, oltre che essere funzionalmente utile per l’alloggiamento di due lampade a sospensione sopra il tavolo da pranzo che è un collegamento tra le due zone. Il portale ha acquistato carattere anche grazie alla scelta creomatica della tinteggiatura, un rosso scuro, in abbinamento ai complementi del soggiorno.

Il progetto è stato apprezzato e subito realizzato. A differenza di quanto segnato in pianta, in fase di esecuzione, i faretti centrali nel corridoio sono stati sostituiti con neon posizionati lateralmente al passaggio, facendo assumere al disimpegno un carattere più lineare e moderno.

progetto pubblicato anche sul sito: www.paolanardin.com

You Might Also Like

Rispondi