Design News

Ricerca, sperimentazione e continua “esplorazione”: questi alcuni dei principi cardini di JoeVelluto

JVLT moto
Ricerca, sperimentazione e continua “esplorazione”: questi alcuni dei principi cardini di JoeVelluto è stato modificato: 2018-08-10 di Elena Brunati

Lo zen come nuova chiave di lettura e riflessione per la progettualità nel design. JoeVelluto (JVLT), studio di design e comunicazione con sede a Vicenza, è stato fondato nel 2004 da Andrea Maragno e Sonia Tasca.
In questi anni lo Studio è stato protagonista, con un approccio creativo ed ecclettico, di numerose iniziative culturali e autore di prestigiose collaborazioni che l’hanno visto crescere e affermarsi nel panorama internazionale.

A consolidare il percorso progettuale e professionale dello studio è Andrea Maragno, da alcuni anni monaco laico zen e Presidente dell’associazione buddhista zen “OraZen”, che lo vede insieme al Maestro Tetsugen Serra, anche fondatore dell’omonimo Tempio Zen di Padova. Un incontro spirituale che l’ha guidato verso l’abbattimento dei “modelli ideali” a favore dell’intuizione e della creatività non codificata.
La “visione zen” non è lineare, è provocatoria, scardina i modelli consolidati della cultura occidentale esplorando i “territori nascosti” della nostra mente, suggerisce nuove visioni armonizzando con il continuo cambiamento della realtà, rompe gli schemi assodati per vedere le cose da prospettive diverse.

Da qualche anno ha dato vita al format “design+zen”: workshop ed incontri, aperti a designer e aziende, con lo scopo di “esplorare il cambiamento”. Durante questi workshop, vengono costruiti nuovi scenari e nuove idee. Partendo dalla lettura di “koan” – una sorta di quesiti-enigmi ai quali si è invitati a rispondere – si arriva a generare degli “oggetti paradosso”, in cui si concretizzano alcuni sorprendenti punti di vista.
“design+zen” è già stato protagonista in numerose Università italiane tra le quali ISIA – Faenza, Domus Academy – Milano, NABA – Milano, Fabrica – Villorba (TV), Scuola Italiana Design – Padova, delineando Andrea Maragno con JoeVelluto come precursore di un inedito approccio che lega una visione più profonda del nostro essere al design.
Una condivisione di stimoli e ispirazioni che punta i riflettori sul ruolo fondamentale e attivo del designer nel processo di creazione che, grazie ad una liberazione dalle convenzioni progettuali, dà vita ad una visione creativa totalmente libera.

JoeVelluto da sempre esplora la creatività nelle sue forme più svariate: prima fra queste un’attività pura di visione, ricerca critica, didattica e sperimentazione di nuove forme di espressione nell’ambito del design e della comunicazione.

A sancire l’inizio di questo percorso, il progetto “RosAria” – presentato nel 2002 in occasione del concorso “Opos Under 35” ed entrato a far parte dell’esposizione permanente Die Neue Sammlung (Design Museum di Monaco) –: una corona del rosario usa e getta, realizzata in pluriball.

Altri esempi concreti di questa costante tensione a “riflettere” sul design e sulle sue funzioni sono “funcooldesign”, la mostra personale, a cura di Oliviero Toscani, presentata nel 2011 presso il Triennale Design Museum e “UseLess Is More”, a cura di Beppe Finessi, prima interpretazione del concetto di Adesign.

JVLT BubbleSoap

Da gennaio 2018 inoltre Andrea Maragno collabora con Oliviero Toscani nel rilancio di Benetton e nella direzione creativa di Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione, a Treviso. Un ruolo che conferma nuovamente il riconoscimento (a livello internazionale) di Andrea Maragno, grazie anche a prestigiose collaborazioni con realtà imprenditoriali del settore design e alle molteplici iniziative culturali e creative che l’hanno visto protagonista di mostre personali, autore di libri, incarichi di direzione didattica e docenza e precursore di un filone di ricerca creativa sul design legato allo Zen.

A questo ecclettismo progettuale si affianca l’attività professionale rivolta alle aziende, come la collaborazione ultradecennale con Pitti Immagine, per il quale cura progetti d’allestimento e installazioni. Nella prossima edizione di Pitti Bimbo – dal 21 al 23 giugno – JoeVelluto presenterà il nuovo progetto espositivo per l’area street.
Ha inizio nel 2006 anche l’incarico, in qualità di art director, per PLUST Collection, brand vicentino specializzato nella produzione di arredi e complementi per esterni.
Dal 2004 a oggi, lo Studio annovera inoltre progetti articolati e ambiziosi, anche segnalati e premiati nell’ambito di autorevoli premi internazionali quali il Compasso d’Oro ADI.

Nel 2015 ha inizio un’attività di coordinamento didattico e artistico per Scuola Italiana Design, divisione education di Galileo Visionary District (Parco Scientifico e Tecnologico di Padova) per la quale JoeVelluto avvia un processo di riposizionamento, a partire dalla stesura di un nuovo piano di studi basato sull’interdisciplinarietà, alla progettazione del messaggio di comunicazione e corporate.
Scuola Italiana Design è una realtà formativa che conta oltre 25 anni di formazione sul design e la comunicazione e che ha nel suo DNA l’obiettivo di offrire un’istruzione caratterizzata dall’unione fra “il saper pensare e il saper fare”: un equilibrio eccezionale tra cultura e esperienza, tra teoria e pratica, tra metodologie concettuali e strumenti applicativi.

FCD Copertina

You Might Also Like

Rispondi