Design

Beijing Design Week: al via l’edizione 2012

milan-beijing-design-week-2012

Beijing Design Week: al via l’edizione 2012 è stato modificato: 2012-09-17 di Benedetto Fiori

Dopo il successo dell’edizione 2011 e il favore riscosso al Salone del Mobile 2012, a fine settembre torna a Pechino la Beijing Design Week. In programma dal 28 settembre al 6 ottobre 2012, il festival ripropone il format confermato con la prima edizione e si prefigge di rappresentare ancora una volta un sinonimo di celebrazione di design, arte, architettura e nuove tecnologie. Tra le novità del programma dell’edizione 2012 è stata annunciata l’aggiunta di nuove sezioni e l’ampliamento a nuove aree della città.

Sotto la riconfermata direzione artistica di Aric Chen, Beijing Design Week 2012 ripropone le sezioni presentate nella scorsa edizione partendo con una Cerimonia di inaugurazione di una mostra tematica presieduta da personalità di alto livello della comunità creativa e del mondo politico e proseguendo con gli Annual Beijing Design Awards, che puntano alla promozione delle eccellenze del design cinese; un Beijing Design Forum cui interverranno le più autorevoli personalità mondiali che operano nel campo del design; un ambizioso programma espositivo che punta a sostenere e promuovere progetti e aree di punta della città; un programma Città ospite d’onore, che quest’anno vedrà Milano farsi portavoce del design italiano, subentrando nel ruolo ricoperto da Londra nella passata edizione. In aggiunta a tali sezioni, il programma di quest’anno prevede l’inaugurazione di un’iniziativa di respiro più commerciale, la Beijing Design Fair.

Nell’ambito del programma “Milano città ospite d’onore”, il progetto Meet the Media Guru, lanciato nel 2006 come una serie di conferenze sull’innovazione digitale, per la Beijing Design Week presenterà un evento unico in simultanea tra Milano e Pechino, per dare vita ad un coinvolgente ambiente che si espande nello spazio fisico e virtuale. A coordinare gli ospiti e i nuovi talenti emergenti di Milano e i designer cinesi, interverranno Stefano Boeri, architetto e assessore alla Cultura, Moda e Design del Comune di Milano e Maria Grazia Mattei, direttore del progetto Meet the Media Guru.

La novità della Beijing Design Week 2012 è Caochangdi, l’area situata alla periferia nord di Pechino che rappresenta un esempio tangibile di comunità nata spontaneamente e che si è evoluta in un villaggio in cui convivono ed operano diversi gruppi sociali e creativi.
Sotto la direzione creativa di Beatrice Leanza, e organizzato dallo studio BAO Atelier, la “città nella città” presenterà CCD-The Community, un luogo di incontro e convergenza tra la comunità locale e il mondo creativo internazionale, che per la Beijing Design Week presenta un intenso programma di sinergie creative tra arte, design e nuove tecnologie.
Uno dei momenti chiave sarà l’inaugurazione del CCD Pavilion una struttura semi-permanente, pensata per ospitare eventi dal vivo, seminari, interviste, concerti e tavole rotonde nel corso dei dieci giorni del festival, e programmata come una commissione annuale ad un nome di fama nel campo di architettura/design/arte.
Sotto il nome collettivo di “CCD the Strip” e il tema “Politics of Meeting”, Caochangdi presenterà le opere della designer Li Naihan, del collettivo di Hangzhou Innovo e degli artisti newyorkesi di Item Idem e Babak Radboy; i progetti dello spazio sperimentale di Hong Kong ILIVETOMORROW, dello studio di architettura Sino-Italiano MICROmacro e del designer olandese Henny van Nistelroy, si affiancano a progetti dedicati alle nuove tecnologie di produzione e mappatura (Fluid Urbanism della LCD School, Pechino) e smart materials (Carl de Smet/noumenon design, Belgio). Tra le iniziative all’aperto figurano la piattaforma interdisciplinare Digital Creative Zone del RAWR Lab e performance di musica e design dell’etichetta cinese indipendente M.A.D.
Non mancherà un esperimento di real networking in dimensione offline presentato dal collettivo Esterni e prodotto e sviluppato da CCD – the Community. Nell’ambito del programma “Milano città ospite d’onore”, il magazine Interni, in collaborazione con China Industrial Design Association (CIDA) porterà a Pechino “Interni Legacy”, un modo per esplorare le possibili eredità del design contemporaneo attraverso due installazioni di Alessandro e Francesco Mendini e Zhang Ke – Standardarchitecture, già presentato in occasione del Fuori Salone di Milano 2012.
L’Istituto di moda Marangoni, che da dieci anni vanta una collaborazione con Shanghai e inaugura a settembre 2012 il nuovo Centro Marangoni all’interno il Padiglione italiano per la formazione di professionisti, organizza per la Beijing Design Week un workshop per professionisti, studenti e designer sulla storia e il futuro delle fashion technologies dell’industria del tessile e dell’abbigliamento. L’iniziativa si inserisce nel ciclo di tavole rotonde e conferenze organizzate in collaborazione con Caochangdi.

Durante i dieci giorni della Beijing Design Week, il design permeerà le strade e la vita cittadina, coinvolgendo anche altre zone della città, da Sanlitun al distretto finanziario (CBD), fino agli hutong della vecchia Pechino, l’elegante Jinbao Street, il distretto artistico 798, CAFA e il Museo della Capitale. A partire dal 30 settembre, all’interno dell’ex fabbrica 798, UCCA ospiterà una retrospettiva di Yung Ho Chang, il padre dell’architettura contemporanea cinese. Il 30 settembre UCCA e Rizzoli Beijing, con l’edizione cinese di ABITARE e con ABITARE-FESTARCH, grazie al supporto accademico dell’Atelier FCJZ, ospiteranno un evento in cui architetti di fama mondiale si confronteranno su temi dell’architettura contemporanea.

A Sanlitun, quartiere delle ambasciate, di esercizi commerciali e grandi brand internazionali, Kartell presenterà le ultime creazioni di Philippe Starck, mentre Baccarat terrà una preview di una nuova collezione di vasi disegnati dagli studenti del Master of Advanced studies in Luxury Industry & Design di ECAL, Università di Arte e Design di Losanna.
Nel cuore del CBD, Elle Deco allestirà per la Beijing Design Week una caffetteria e un pop-up store interattivi all’interno del China World Trade Center, con le esposizioni del meglio del design cinese contemporaneo.
Dall’altro lato della città, i designer Liu+deBiolley apriranno il loro studio in un cortile storico all’interno di una delle zone storiche della vecchia Pechino, mentre il concept store Wuhao celebrerà l’alternanza degli elementi e la fase dell’elemento “terra” con installazioni, progetti e mostre provenienti dalle collaborazioni con designer locali. Il ristorante Capital M, nei pressi di Dashilar, si trasformerà in uno spazio pop-lounge per ospitare conferenze, installazioni temporanee e forum sullo stato e le possibilità odierne del design.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale della Beijing Design Week 2012:
http://www.beijingdesignweek.org/

You Might Also Like

Rispondi