Design

Cavò, il contenitore per bottiglie di vino che unisce Wine e Design

Cavo esterno tavolo

Cavò, il contenitore per bottiglie di vino che unisce Wine e Design è stato modificato: 2012-09-14 di Benedetto Fiori

CAVÓ: vincere la crisi con il design che industrializza. La geniale idea si è trasformata in breve tempo in start-up produttiva raccogliendo consensi e ordini da tutto il mondo, e spingendo l’azienda a incrementare la produzione e a studiare nuove interpretazioni di questo esclusivo oggetto di design. A breve debutterà anche un e-commerce dedicato.

In momenti non facili per i mercati, è un bel segnale quello che proviene dalla storia di un giovane imprenditore che idealizza una nuova opportunità di business all made in Friuli, crea una soluzione unica nel suo genere, la trasforma da idea a oggetto concreto e a distanza di breve tempo raccoglie i primi confortanti risultati sul mercato

Cantina

A pochi mesi dal lancio di Cavò, brillante evoluzione del classico contenitore di legno per le bottiglie di vino, nato dalla mente creativa e proprietario del brevetto Enrico Accettola conla collaborazione deidesigner Michele Grion e Nevio Capuzzo, fioccano le richieste per accaparrarsi l’oggetto del desiderio, eccellente caso di design che industrializza. L’interesse e la curiosità riscontrate nei giorni delle prestigiose fiere Vinitaly di Verona e Salone del Mobile di Milano, occasioni in cui è stato presentato al pubblico internazionale, si stanno trasformando in un vero e proprio successo. Prodotto e distribuito da Lavorazione Legnami, azienda friulana alla quale si è legato per i prossimi cinque anni, il marchio in breve tempo ha infatti già varcato i confini nazionali, raccogliendo consensi e ordini in Austria, Germania, Belgio, Inghilterra, Stati Uniti, Cina, Canada, Australia e nei Balcani, Paesi che hanno maggiormente dimostrato di apprezzarne le qualità.

Cavo prospettiva 1

Cavo prospettiva 2

Cavo prospettiva 3

Cavo prospettiva frontale

Cavo mobili composizione

Unico nel suo genere, Cavò è stato concepito dalla precisa esigenza di trasformare il classico contenitore in legno per le bottiglie di vino in un oggetto di design trasversale, riutilizzabile e trasformabile nel tempo. “Gli americani sostengono che l’1% del successo di un prodotto sul mercato sia l’idea, tutto il resto è come la si applica” – afferma Accettola e aggiunge – “Il design con Cavò si trasforma in industria, è proprio il caso di dirlo, visti i numeri che questo speciale oggetto ha portato a casa in pochi mesi dal suo debutto. Dopo aver conquistato enoteche e cantine, stiamo approcciando anche il mercato dell’arredo e del contract. Con una prima produzione stock di 25 mila scatole, una previsione di 120 mila pezzi circa in un anno e l’imminente servizio di e-commerce, possiamo affermare che Cavò sta impattando molto positivamente, con prospettive di fatturato che inducono all’ottimismo in questo difficile 2012”.            

Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche, tenuto conto che ogni singolo modulo di Cavò viene venduto al pubblico al prezzo di circa 9 euro, e naturalmente con ulteriore convenienza qualora la composizione aumenti.“Il tutto con il vantaggio di acquistarlo ad un prezzo unico valido in tutto mondo e senza costi aggiuntivi rispetto ai contenitori in legno attualmente in commercio – sottolinea Enrico Accettola, fattore non trascurabile alla luce delle esigenze di contenimento della spesa sia da parte del pubblico finale che delle aziende produttrici”. Passione per la cultura del vino, per il design e per le sfide, è il fil rouge che unisce i protagonisti di questa straordinaria storia, nata quasi per gioco in una serata tra amici di vecchia data e diventata oggi una promettente realtà grazie all’intuizione di menti lungimiranti nelle loro visioni, con una spiccata sensibilità per design e innovazione. Così è cominciata l’avventura di Cavò.

Cucina trequarti

Impilabilità, modularità, adattabilità e massima personalizzazione sono i plus di questo originale involucro dallo standard unico, adattato a diverse tipologie di bottiglia e realizzato in multistrato di betulla utilizzando materiali certificati al 100% green, per un totale rispetto della natura e dell’ambiente. Custodia regalo, elemento espositivo, cantina componibile, tavolino, persino parete divisoria e molto di più. Basta lasciare correre l’immaginazione e, con un semplice click, è possibile trasformare qualsiasi habitat evoluto, proponendo una soluzione di straordinario impatto estetico. Sul mercato Cavò è protagonista assoluto anche grazie al continuo lavoro di uno speciale team di ricerca, che continua con grande impegno a lavorare per migliorare costantemente le già eccezionali qualità del prodotto. Interessanti novità stanno infatti prendendo forma, attraverso realizzazionicon materiali riciclabili quali ceramica, alluminio e plastiche colorate, per creare nuove opportunità di scelta.

Cavò si propone anche come accessorio d’avanguardia, spaziando tra il mondo della musica e dell’arte: sono in fase di studio un programma per creare una cantina virtuale, una cassa acustica (esiste già il prototipo), ed è appena stato chiuso un’importante accordo con un gallerista per realizzare cantinette d’arte numerate. Il prodotto, perfetto connubio di design, creatività, lungimiranza imprenditoriale e comunicazione, ha debuttato sul mercato con una versatilità decisamente fuori dal comune e, sul web, con il sito ad hoc www.cavodoc.it, dove poter soddisfare tutte le curiosità. Si trova nei negozi specializzati, nelle cantine, on-line e lo si può inoltre ammirare a La Gourmeria, uno dei ristoranti più trendy di Bologna, e prestissimo in due locali nel cuore di Udine.

Enoteca comp

concept patent_Enrico Accettola

design_Nevio Capuzzo, Michele Grion

www.cavodoc.it        

info@cavodoc.it

You Might Also Like

Rispondi