Design

Matteo De Ponti e Laura Macagno danno vita a Colé srl, un nuovo marchio del design italiano

Cole_01_by_coledesignlab

Matteo De Ponti e Laura Macagno danno vita a Colé srl, un nuovo marchio del design italiano è stato modificato: 2011-03-21 di Benedetto Fiori

Un Nuovo marchio del design italiano debutterà ad aprile a Milano in occasione del Salone del Mobile 2011. Matteo De Ponti, brand manager di Driade per oltre 10 anni e Laura Macagno, appassionata di arte e design, danno vita a Colè.

La filosofia del brand è quella di Creare un nuovo modo di fare design, basato su una sofisticata ricerca espres­siva e su un’inedita collaborazione tra tutti i protagonisti della catena produttiva.

Cole_Asymetrical_table_3_schizzoAKSU · SUARDI – ASYMETRICAL TABLECole_Ottoman_box_AKSU · SUARDI – OTTOMAN SOFA

Da sempre Matteo e Laura collezionano oggetti che hanno in comune il fatto di essere stati realizzati con maestrìa artigia­nale. Frammenti della memoria in cui si coglie, fin dal primo sguardo, il tocco della mano che ha lavorato per forgiarli.

“Amiamo le cose che hanno radici profonde e siamo convinti che, in un mondo ormai saturo di oggetti, il prodotto sia prima di tutto un servizio”, affermano i due imprenditori. “Data quasi per scontata l’eccellenza qualitativa, quello che fa dav­vero la differenza è il legame tra chi produce, chi disegna, chi vende e chi usa un determinato oggetto”.

Cole_Secreto_sedia_4LORENZ · KAZ – SECRETO SEDIACole_Secreto_tavolo_basso_2.2LORENZ · KAZ – SECRETO TAVOLINO

Il nome Colé è legato ad un comune ricordo che viene dall’Argentina, terra natale di Laura. Un elemento di colore che – al solo pensiero – li fa sorridere.
Le collezioni Sono il frutto di una collaborazione con gli studi Lorenz / Kaz e Aksu / Suardi, nascono per valorizzare le lavorazioni artigianali e semindustriali da sempre radicate nel nostro territorio.

COLÉ DESIGN LAB – 01
Collezione di tavoli e tavolini che nascono da un gioco di sottrazione e di incastro tra gli elementi. Partendo da un unico tavolato, e ritagliando da questo simmetri­camente due trapezi regolari a dx e a sx, si ottengono 1 elemento per la base di un tavolo e 2 elementi di base per un tavolino. L’apparente semplicità del progetto nasconde maestrìa artigiana nel taglio e nell’adattare millimetricamente ogni sin­gola trave alla sua base. La possibilità di abbinare elementi con finiture diverse garantisce al prodotto una grande flessibilità.

Cole_01_tavola_quotata

You Might Also Like

Rispondi