Design

Multiple [ricerche] ha portato in scena 11 progetti pieni di magia

Multiple ricerche - Giardino del Pensiero Multiple ricerche - Giardino del Pensiero

Multiple [ricerche] ha portato in scena 11 progetti pieni di magia è stato modificato: 2016-04-19 di lagalbu

MULTIPLE [ricerche], il concept espositivo curato da Patrizia Boscherini (titolare del brand Douuod Woman/Home) e Davide Mariani (titolare del brand All’Origine ) è un magazzino di esperienze vissute e desideri avverati, disegnati dalle sapienti mani di poeti artigiani.

Le idee, i colori, le forme si mescolano con gesti nati dalla creatività di 11 brand che amano e credono in un design fatto di soluzioni intelligenti, brillanti e originali in cui la poesia segue una funzionalità mai banale. Varcata la soglia del civico 9 in Piazza XXV Aprile a Milano, il tempo misurato dai comuni orologi risulta magicamente cristallizzato. Ad accogliervi, le quattro mura metafisiche di Madame “Stanza del Pensiero”, un angolo di natura sapientemente accostata, realizzato dalla paesaggista Silvia Ghirelli con la complicità dei bossi di Minari Buxus e incorniciato in un’installazione composta da grandi vasi in vetro soffiato di All’Origine che accolgono, proteggendoli, i fiori di carta crespa di Andrea Merendi, fiori che ritroviamo all’interno dello spazio in un allestimento da togliere il fiato. Merendi, in collaborazione con la Cartotecnica Rossi, presenta, in questa edizione del Fuorisalone, la nuova cartella cromatica: inconsuete tonalità polverose ed eleganti colori vintage che sembrano emergere da vecchi cassetti chiusi da anni.

Attraversata la stanza del pensiero, a colpire lo sguardo è la nuova linea di cuscini che il brand All’Origine lancia per l’occasione. Realizzati con la tecnica con cui si confezionano i materassi, infatti l’imbottitura è in lana, sono confezionati con tessuti in canapa e lino proveniente dai Balcani e fatti a telaio negli anni ’50-’60. Erano destinati a diventare sacchi per farina e granaglie ma trovano una nuova vita tra le mani di Davide Mariani, titolare del marchio.

Le graziose creature collocate vicino alla scala interna, nascono dall’ispirazione che il designer Francesco Ballestrazzi trae da un magico mondo abitato da animali, fiori e fiabe, e che ha trasformato in una speciale capsule collection dei suoi famosissimi cappelli; in linea con l’evento di design, gli elementi si possono usare sia come accessori che come lampade classiche (ma non troppo), grazie a micro inserti luminosi a led.

È il tappeto, in questo frangente erboso ma realizzabile con i materiali più diversi, di Duouod Woman/Home a conferire al contesto buona parte dell’atmosfera preziosa e sofisticata quasi palpabile nell’aria. Ispirato alla grafica di antiche piastrelle e realizzato in ferro acidato diventa l’elemento ideale per arredare sia interni che giardini, grazie alle dimensioni che possono essere generose, come in questo caso.

Vale la pena di salire i gradini dell’antica scala in ferro che porta al primo piano per avere una vista complessiva dell’allestimento e, contemporaneamente, accedere a quella che si rivela una sala da pranzo d’eccezione, palcoscenico dell’opera culinaria di Badeggs, team di giovani cuochi che hanno portato in scena piatti originali curati dallo chef Federico Bassi. La mise en place, realizzata con piatti e posate All’Origine rimanda a bellissimi tempi passati creando un particolare contrasto con le lampade Cynara di Bulbo, l’ultima novità sulla scena delle soluzioni per coltivare in casa e in spazi ristretti. Direttamente dalle mani dei migliori artigiani italiani, Cynara combina un paralume in terracotta di Faenza verniciata a mano con un’elegante struttura in alluminio anodizzato. Consumi bassissimi grazie all’utilizzo di LED di ultima generazione (7 watt, come il modem del wifi di casa), e l’elemento accompagna la crescita di ortaggi, piante aromatiche, fiori e piante grasse in casa tutto l’anno. Un’oasi lussureggiante, decisamente ricca di stile.* In questo caso sono le piante ornamentali/commestibili di Res Naturae, progetto nato dall’idea di due studenti universitari di Scienze agrarie. A completare il tutto i vasi in ceramica di Bulzaga, risultato di una difficile tecnica di lavorazione dell’impasto ceramico, con il quale si ottiene un prodotto molto sottile, simile alla porcellana. Il valore aggiunto è dato dallo stampo, sempre realizzato a mano, che gli conferisce una caratteristica visiva e tattile molto simile alla venatura del legno. Il prodotto si può’ personalizzare in differenti sfumature di colore, seguendo le esigenze e richieste di ogni singolo cliente.

A cornice dell’evento, lo spazio, oggi showroom del brand STRATEGIA Shoes, che nella realtà del ‘800 milanese, era un’antica ferramenta e oggi, nel XXI secolo, è ospite, palcoscenico e co-protagonista di questa rappresentazione onirica, luogo che accompagna e impreziosisce l’esposizione con i suoi lucernari, le travi a vista e i pavimenti mille e mille volte percorsi attraverso i secoli.

Multiple ricerche - pianoterra

Multiple ricerche – pianoterra

Multiple ricerche - primopiano

Multiple ricerche – primopiano

Multiple ricerche - Andrea Merendi

Multiple ricerche – Andrea Merendi

Multiple ricerche - All'Origine

Multiple ricerche – All’Origine

You Might Also Like

Rispondi