Design

Ritorno al futuro per la sedia L58 di LightsOn

Lights On 0074 social design magazine

Ritorno al futuro per la sedia L58 di LightsOn è stato modificato: 2015-02-15 di Benedetto Fiori

Ci sono arredi che con grande disinvoltura riescono a parlarci di contemporaneità ricordandoci chi siamo e da dove veniamo.

Arredi nati nel passato, ma con un’anima che anticipa il futuro. La seduta L58 di LightsOn è sicuramente uno di questi.

Nel 1958 il celebre architetto Edoardo Gellner creò la sedia L58 per un progetto di interior design legato a un pezzo di storia italiana: il Villaggio sociale ENI “Corte di Cadore” voluto da Enrico Mattei. Gellner, a cui Mattei aveva affidato la progettazione del villaggio turistico sulle Dolomiti, concepì la sedia L58 per il MotelAgip Tavern Club del villaggio.

Attualizzata dallo Studio_Gellner di Cortina D’Ampezzo – che ha sede nella casa-studio di Ca’ del Cembro – e prodotto da LightsOn, la L58 è una seduta imbottita comoda e cucita in modo impeccabile, con telaio in faggio tinto in color wenge o grigio. Grazie alla sua forte personalità si inserisce in qualsiasi ambiente con grande versatilità.

Bella da sola ma anche in gruppo, si associa facilmente a composizioni del suo compagno d’elezione: lo Sgabello L09, progettato anch’esso dallo Studio Gellner e prodotto da LightsOn.

Lightson imbottita 0072 social design magazine

Lightson imbottita 0081 social design magazine

Lightson imbottita 0092 social design magazine

Lightson imbottita 0097 social design magazine

Lights On 0110 social design magazine

Lights On 0111 social design magazine

Lights On 0136 social design magazine

Maggiori informazioni qui

You Might Also Like

Rispondi