Design Contest, Grafica

Al via il concorso di comunicazione sociale Posterheroes: ​“Shaping the future!”

  • Posterheroes1/3
  • Posterheroes2/3
  • contest shaping the future3/3
Al via il concorso di comunicazione sociale Posterheroes: ​“Shaping the future!” è stato modificato: 2017-10-20 di Benedetto Fiori

PLUG, Favini e IED collaborano ad un nuovo progetto internazionale che unisce grafica e impegno sociale.

L’associazione PLUG, da sempre attiva nell’ambito della comunicazione legata ai temi di rilevanza sociale, apre la progettazione e l’organizzazione dello storico concorso Posterheroes (sei edizioni all’attivo dal 2010) a due partner d’eccezione: FAVINI S.r.l. e IED Istituto Europeo di Design, Firenze. Il risultato è una nuova iniziativa che valorizza il background, le competenze ed il network dei tre soggetti ed ambisce a far scalare l’impatto del social design e della social communication su scala globale.

Il concorso

“Posterheroes – ​“Shaping the future!” chiede alla comunità creativa internazionale di esprimere la visione del futuro che ci attende, partendo dalle scelte effettuate ogni giorno, con un poster 70×100 cm.

Clima in rapida trasformazione, disuguaglianza nella distribuzione delle risorse primarie, incertezza legata ai nuovi scenari tecnologici, nuove modalità di interazione da ripensare in una realtà iper-connessa: queste sono solo alcune delle sfide che ci aspettano nel futuro, ma su cui siamo chiamati, fin da oggi, a prendere posizione.

Gli organizzatori di POSTERHEROES: shaping the future! sono fermamente convinti del fatto che la comunità creativa internazionale possa contribuire ad una presa di coscienza che spinga al cambiamento e invitano, quindi, designer professionisti e aspiranti tali ad immaginare e raccontare, attraverso un POSTER, il futuro che ci aspetta!

​La partnership tra PLUG, FAVINI e IED Firenze testimonia l’attenzione e l’impegno dei tre soggetti nel promuovere il graphic design e l’illustrazione quali mezzi espressivi forti e immediati a servizio della comunità.

Posterheroes è il progetto con cui è nata l’Associazione PLUG nel 2010. – dichiara il Presidente dell’Associazione Christian Racca – Dopo 6 edizioni siamo ora pronti ad un nuovo inizio all’insegna della condivisione con partner di valore, con l’obiettivo di far crescere l’iniziativa.

Eugenio Eger, Amministratore Delegato di Favini, dichiara: “Siamo entusiasti di collaborare al nuovo progetto internazionale Posterheroes, che unisce grafica e impegno sociale.

Da anni siamo al fianco dei promotori dell’iniziativa, portando tutta la nostra esperienza e il nostro know how creativo. Il forte senso di responsabilità sociale e ambientale, la ricerca costante di innovazione e il fattore creatività, che da sempre contraddistinguono la nostra azienda, sono gli importanti principi che condividiamo con gli organizzatori di Posterheroes. Ne sono chiari esempi le carte su cui i creativi possono scegliere di stampare le proprie opere: Crush e Remake, le nuove frontiere del riuso creativo.

“Siamo molto felici di essere partner del progetto Posterheroes” – sottolinea Alessandro Colombo, Direttore IED Firenze – “IED opera da più di 50 anni nel campo della formazione e della ricerca, nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive e della Comunicazione. Siamo quindi orgogliosi di poter contribuire alla riuscita del progetto portandolo tra i nostri banchi di scuola.”

I partecipanti avranno tempo fino al 17 Febbraio 2018 per consegnare il proprio elaborato attraverso ​l’upload sul sito www.posterheroes.org, dove è possibile scaricare il brief ed il regolamento del concorso.

​​Una giuria internazionale, composta da esperti di grafica, arte e comunicazione, avrà il compito di selezionare i 40 poster vincitori e di assegnare una menzione speciale accompagnata da un premio monetario di 2.500€ all’autore dell’opera che meglio interpreterà i valori di Shaping the Future.

Tutti i 40 poster selezionati verranno successivamente pubblicati all’interno del catalogo dell’iniziativa, stampato su carta FAVINI, e diventeranno parte di una mostra pubblica con sede a Firenze nel mese di Maggio 2018.

You Might Also Like

Rispondi