Salone del Mobile 2014

FABER presenta la cappa SKYLIFT al Salone del Mobile 2014

Skylift def lr

FABER presenta la cappa SKYLIFT al Salone del Mobile 2014 è stato modificato: 2014-04-01 di jessica zannori

Mobilità, incasso e massima aspirazione riunite in un nuovo concetto di cappa. L’azienda che nel 1955 ha inventato la cappa, presenta in occasione del Salone del Mobile 2014 la nuova Skylift, l’unica cappa integrata nel soffitto che scende sul piano cottura.

Il nuovo modello si avvale infatti di una mobilità eccezionale: grazie a 4 sottili cavi d’acciaio, scende sui fornelli al momento dell’utilizzo per risalire quando non è più in funzione, grazie alla tecnologia “up & down” firmata Faber.

Realizzata in acciaio e vetro bianco per un’allure superleggera leggera e dinamica, con un design estremamente pulito ed elegante, Skylift si pone a servizio del piano cottura dominandolo dall’alto. Il meglio della tecnologia e dell’estetica a servizio dell’aspirazione.

Un modello unico nel settore. Si tratta infatti di una cappa non verticale né installata al muro, ma posizionata integralmente nell’incasso del soffitto. Con una particolarità: al momento dell’utilizzo, con il semplice uso di un telecomando, si avvicina al piano cottura posizionandosi all’altezza desiderata, mantenendo sempre alte prestazione in termini di aspirazione e illuminazione. Tutto questo grazie a potenti led inseriti nella superfice inferiore caratterizzati da un consumo energetico di soli 7 watt. Un elettrodomestico che non è solo espressione delle più nuove tendenze di design, ma si rivela ultra pratico e funzionale. Quando la cappa non è in funzione infatti appare completamente integrata nel soffitto, liberando la zona fuochi da ogni ingombro.

Il risultato è un effetto estetico assolutamente minimal in linea con le nuove tendenze che vanno affermandosi nel 2014. Perfetta negli ambienti living dove cucina e soggiorno si fondono, Skylift è una presenza elegantemente inserita in uno spazio dove è importante privilegiare l’armonia dello stile nell’allestimento degli arredi. L’elettrodomestico free standing con colori e linee spesso in contrasto con il design della cucina, lascia spazio ai modelli a incasso, ovvero built-in, che si nascondono sotto i pensili o si integrano nei muri per creare la massima uniformità nell’ambiente.

Si tratta quindi di una vera e propria evoluzione della cappa aspirante, che sta già raccogliendo grande consenso e attenzione da parte dell’intero mercato. Non più l’elettrodomestico semplicemente incassato e nascosto dai pensili, ma un nuovo modo di concepirne l’utilizzo e di progettare – e vivere – l’ambiente cucina. Il tutto nell’ottica di offrire nuovi prodotti tecnologici che migliorino la qualità dell’aria e consentano agli addetti ai lavori di pensare a nuove soluzioni abitative, al di fuori dei classici schemi e in linea con le più attuali esigenze.

Un concetto, quello della cappa a scomparsa, cui il centro Ricerca & Sviluppo Faber sta da tempo dedicando studi e risorse, per innovare radicalmente l’elettrodomestico e potenziarne l’efficienza, i consumi e la praticità d’uso. La cappa Skylift non è la prima della collezione: nel 2012 Faber ha presentato Fabula, la cappa downdraft che scompare dietro ai fuochi e qualche anno prima è stata la volta di Heaven Glass, modello a incasso, antesignano di Skylift.

Maggiori informazioni su: www.faberspa.com

You Might Also Like

Rispondi