Salone del Mobile 2015

Tecnologia ed ecosostenibilità: i temi della settima edizione della mostra Rio+Design al Fuori Salone 2015

voronoi shapes 0 social design magazine

Tecnologia ed ecosostenibilità: i temi della settima edizione della mostra Rio+Design al Fuori Salone 2015 è stato modificato: 2015-03-25 di Benedetto Fiori

Il design di Rio de Janeiro è oggi sinonimo di ricerca, creatività, innovazione, rispetto per l’ambiente.

Così tanti significati che si possono riassumere in due concetti principali: tecnologia ed ecosostenibilità. Questi sono i fili conduttori della settima edizione della mostra Rio+Design, durante il Salone Internazionale del Mobile di Milano, dal 14 al 19 aprile.

L’esposizione è un’iniziativa del Governo dello Stato di Rio de Janeiro, tramite laSegreteria per lo Sviluppo Economico, in collaborazione con Sebrae-RJ, Apex e Firjan.

Nella sempre brulicante Zona Tortona – avvolti da una scenografia accattivante caratterizzata da colori vivaci e immagini di Rio de Janeiro, ideata da Guto Indio da Costa – saranno esposti più di 75 pezzi e progetti di cerca 40 studi di design. Tutte creazioni di giovani talenti e professionisti affermati che nascono dalla passione per la scoperta in un’atmosfera stimolante. Una selezione che viaggia dai mobili ai gioielli, passando per i complementi d’arredo.

Il legno sostenibile avrà un ruolo di primo piano, dimostrando la scelta consapevole ed ecologicamente responsabile delle menti creative di Rio. È il caso di prodotti come la lampada PlampZ, progettata da Bolei Design, realizzata in carta e pino di rimboschimento brasiliano – materiali derivati da fonti naturali rinnovabili, lavorati con tecnologia a laser. O ancora iltavolino Moiré, dello studio O Formigueiro, caratterizzato da uno stile contemporaneo e prodotto con legno di ricupero.

L’innovazione sarà presente attraverso progetti sorprendenti come “Gota”, una partnership tra NEXT PUC-Rio e FMC Technologies do Brasil, in cui il design viene utilizzato per ottimizzare l’esplorazione di petrolio e gas in fondo al mare. Sempre NEXT PUC-Rio presenterà repliche strutturate, realizzate con stampante 3D, del più famoso monumento del Brasile: il “Cristo Redentor”. Il pubblico del Salone del Mobile potrà conoscere anche il processo creativo che ha interessato la creazione dei pezzi. Tramite dei monitor saranno proiettati video che raccontano dettagli e curiosità di ogni progetto, oltre al profilo dei creatori.

Un omaggio speciale sarà reso al maestro Sergio Rodrigues, morto a settembre dell’anno scorso. Considerato uno dei padri dell’arredamento moderno brasiliano, Rodrigues ha partecipato alla Rio+Design sin dalla sua prima edizione. “Rio de Janeiro (non solo la città, ma l’intero stato) è una fonte continua di progetti interessanti che confermano il potenziale del nostro design. Siamo sempre aperti a nuovi business e partnership con altri paesi, e attualmente molti dei professionisti di Rio sono un riferimento in tutto il mondo quando si parla di design brasiliano”, dice il Sottosegretario per lo Sviluppo Economico dello Stato di Rio de Janeiro, Dulce Ângela Procópio.

Ana Berredo Anel Expansao Ag e Imbuia social design magazine

Anello Expansão – design: Ana Berredo Joias (progettista: Ana Berredo)

L’anello Expansão è risultato di una partnership tra gioielleria e falegnameria. Il legno di noce è stato scelto per la sua delicatezza che favorisce l’intaglio e la lunga durata, oltre al suo eccellente aspetto. Il legno utilizzato è di recupero, visto che questa è una specie brasiliana minacciata d’estinzione. La cornice è in argento 950. E’ disponibile in versioni rotonda, quadrata e ovale.

Bolei Design Luminarias PlampZ social design magazine

Luminaria PlampZ – design: Bolei Design (progettista: Victor Lopes Mascarenhas)

La sostenibilità della linea di luminarie PlampZ, progettato da Bolei Design, è stata pensata nei minimi dettagli. Sono stati usati carta e pino di rimboschimento brasiliano, materiali derivati da fonti naturali rinnovabili, lavorati tramite tecnologia a laser. L’oggetto è integralmente smontabile, per facilitare il trasporto, oltre a ridurre lo spreco di materie prime. La fonte luminosa è a LED, garantendo anche un consumo energetico minimo e maggiore durata. Il tutto reducendo anche l’impatto ambientale dello smaltimento.

O Formigueiro Tavolino Moire1 low social design magazine

Tavolo Moiré – design: O Formigueiro (progettisti: Caio Bahouth, Henrique de Mello Franco, Lucas Portes, Vinicius Mesquita)

Il tavolo Moiré, dell’agenzia di design O Formigueiro, simula l’effetto da cui prende il nome. Questa illusione ottica si verifica quando due elementi vengono sovrapposti, in questo caso, i due strati in filo di paglia, ed è visibile quando l’osservatore si avvicina al mobile. Inoltre, i piedi del tavolo sono una chiara allusione alla marca studio. Il Moiré è un pezzo che combina materiali tradizionali e forme contemporanee. Ed è soprattutto molto brasiliano. Materiali: legno di recupero, paglia naturale e vetro.

voronoi shapes 0 social design magazine

Voronoi Skateboard Organico – design: Terravixta (progettisti: Bernardo do Amaral e Carina Carmo)

Realizzato in legno, bambù e fibra di carbonio, cada skateboard Voronoi, firmatoTerravixta, è unico, fatto su misura per l’utente. Parametri come peso, zona di pressione e tipo di spinta sono considerati per la produzione customizzata del prodotto che une la tecnologia e precisione degli standard industriali alla finitura manuale. Leggero, è attraente anche grazie ai disegni unici e originali per questo settore.

Maggiori informazioni su: www.facebook.com/riomaisdesign

You Might Also Like

Rispondi