Visual

Il documentario Fabbrica dei Martiri in mostra al MAXXI

Factory of Martyrs maxxi social design magazine 02

Il documentario Fabbrica dei Martiri in mostra al MAXXI è stato modificato: 2014-12-16 di Benedetto Fiori

Quando le immagini raccontano la Rivoluzione.

Questo in sintesi il contenuto del documentario coprodotto da Fabrica e RSI Radiotelevisione Svizzera scelto dai curatori della mostra Unedited History. Iran 1969-2014 per raccontare la cultura visuale iraniana dagli anni Sessanta ad oggi.

Fabbrica dei Martiri di Camilla Cuomo e Annalisa Vozza, propone una riflessione sui valori e le memorie della società iraniana. Punto di partenza sono i giganteschi, variopinti murales che ricoprono i muri delle città, commissionati e sponsorizzati dal governo rivoluzionario e proliferati all’indomani dello scoppio della guerra contro l’Iraq.

Ritraggono il leader Khomeini, i suoi successori e i martiri rivoluzionari. Ma soprattutto raccontano la storia di uomini comuni che, grazie al sacrificio e al martirio, sono ora celebrati come eroi. Gli artisti autori di queste immagini accompagnano lo spettatore svelando i retroscena di questa “fabbrica” di miti collettivi: come essa si sia adeguata allo sviluppo della società islamica, cercando linguaggi inediti per parlare alle giovani generazioni che non hanno vissuto la Rivoluzione e la guerra.

Pur tentando di preservarne l’identità, i messaggi sono diventati via via più elaborati, privilegiando immagini astratte e di natura mistica, o veri e propri trompe-l’oeil, per la volontà di dare un volto moderno al Paese.

Unedited History. Iran 1969-2014 prende il titolo in prestito dal linguaggio cinematografico per sottolineare l’idea di una storia non ancora completamente leggibile e condivisa. In questa prospettiva materiali eterogenei come dipinti, fotografie, installazioni, documenti, giornali, manifesti, video vengono messi insieme per raccontare accadimenti, idee e cambiamenti che hanno dato vita alle differenti manifestazioni della cultura visiva e della modernità in Iran.

La mostra è ideata dal Musée d’Art moderne de la Ville de Paris a cura di Catherine David, Odile Burluraux, Morad Montazami, Narmine Sadeg e di Vali Mahlouji per la sezione Archeologia del decennio finale e realizzata in coproduzione con il MAXXI.

Unedited History. Iran 1969 – 2014

11 dicembre 2014 – 29 marzo 2015
MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Via Guido Reni, 4/A 00196 Roma
info: 06.3201954 info@fondazionemaxxi.it
orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) – 11.00 – 22.00 (sab) | chiuso il lunedì

Maggiori informazioni qui

You Might Also Like

Rispondi