Design News

AQUA. La visione di Leonardo

AQUA la visione di Leonardo
AQUA. La visione di Leonardo è stato modificato: 2019-04-07 di Benedetto Fiori

Parte integrante del palinsesto MilanoLeonardo500, AQUA. La visione di Leonardo è l’installazione con cui il Salone del Mobile.Milano rende omaggio al grande genio Rinascimentale.

Un progetto che celebra l’originalità e la profondità visionaria delle sue indagini sull’elemento acqua proprio nel cuore di Milano, a sottolineare la precisa valenza del rapporto tra manifestazione e città.

In occasione della 58a edizione, il Salone del Mobile.Milano riconferma il suo profondo legame con Milano, rievocandone il “figlio adottivo” più geniale ed eclettico attraverso un’installazione di grande qualità e potere evocativo. Un’opera che racconta contemporaneamente un piccolo frammento del Rinascimento e del futuro di Milano, la cui visita si dimostrerà una memorabile esperienza culturale ed emotiva.

“Con l’installazione AQUA. La visione di Leonardo abbiamo voluto celebrare il grande maestro del Rinascimento e la sua capacità di innovare intesa come attitudine a guardare sempre oltre, gettando le basi per il progresso, ovvero per il continuo superamento dell’esistente. Doti che il nostro sistema design/impresa possiede e la nostra città incarna pienamente. Mettendo in scena le sue ricerche sull’acqua in un luogo fisico e nevralgico come la Conca dell’Incoronata, gettiamo un ponte tra passato e futuro, offrendo una visione di quello che è stato e di quello che potrà essere là dove il talento creativo incontra quello imprenditoriale” afferma Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile.

Dal 6 al 14 aprile, all’interno della Conca dell’Incoronata, le cui porte lignee sono state progettate da Leonardo, il Salone offre alla città Aqua. La visione di Leonardo, un’esperienza immersiva site specific ideata da Marco Balich e sviluppata insieme a Balich Worldwide Shows. Protagonista assoluta l’acqua, elemento naturale a lungo studiato dal Maestro in qualità di artista, architetto, scienziato e ingegnere.

A copertura della Conca, è stato creato un vero e proprio innesto architettonico sottoforma di grande specchio d’acqua, al cui estremo un grande schermo LED diviene una finestra sulla Milano del futuro mostrandoci uno skyline mutevole a seconda del momento della giornata.
Al di sotto di questa struttura, proprio all’interno del canale, è stata creata una wunderkammer in cui i visitatori possono godersi tutta la bellezza, l’energia e la forma dell’acqua grazie a un ambiente totale che li avvolge con immagini e suoni grazie all’uso delle tecnologie più avanzate. Dopo il passaggio attraverso una porta sensoriale che invita lo spettatore a lasciare la caotica routine della città e abbandonarsi a un’esperienza di inedita immersione, il percorso inizia in una mirror room in cui una sinfonia interattiva di suoni e gorgoglii orchestra l’erogazione di reali getti d’acqua.

Al termine del percorso, una proiezione eterea, svela il movimento ascendente e discendente delle acque gestite dalle chiuse leonardesche. Mentre il livello sale, luci stroboscopiche modificano con un’illusione ottica i getti d’acqua, rallentandoli fino a isolarli in gocce lentissime, sospese nel tempo e nello spazio, riflesse e moltiplicate all’infinito negli specchi. L’esperienza si conclude quando la proiezione diventa trasparente e rivela un’inaspettata rielaborazione artistica dei disegni del Maestro.

You Might Also Like

Rispondi