Design

Turri presenta Vine la nuova collezione disegnata dall’architetto Frank Jiang

Vine tavolo
Vine tavolo
Turri presenta Vine la nuova collezione disegnata dall’architetto Frank Jiang è stato modificato: 2019-03-06 di Benedetto Fiori

Imbottiti avvolgenti e strutture in legno sottili, come ramificate, tracciano il filo conduttore tra gli elementi della nuova collezione Vine, disegnata dall’architetto Frank Jiang per Turri e che sarà presentata in occasione del Salone del Mobile 2019.

Tutti i prodotti Vine interpretano l’eleganza attraverso lavorazioni importanti e l’accostamento di più materiali, pur presentando in ogni elemento della collezione linee pulite, semplici e spesso con forti richiami alla geometria della natura. Ne risulta, in tal modo, una linea ricca e dal grande pregio, ma nel complesso moderna, in grado di soddisfare le esigenze del mercato attuale e di adattarsi a più espressioni stilistiche, in linea con la nuova immagine aziendale dal 2019.

Distintiva è sicuramente la lavorazione del legno, che come suggerito dal nome della collezione trae libera ispirazione dalle trame dei tralci di vite. L’elemento, replicato in più forme e dimensioni, costituisce il punto di partenza di tutta la collezione. Ora il legno avvolge un’imbottitura, ora sostiene un piano, un contenitore, si trasforma nel dettaglio di un cassetto… Così la collezione cresce, si ramifica in una vasta gamma di prodotti tutti idealmente collegati tra loro, ma con una personalità tale da essere in grado di vivere anche da soli, all’interno di un ambiente già arredato: la camera di un albergo, un ufficio, il living di una penthouse.

LIVING

Elemento cardine della zona living è sicuramente il divano, caratterizzato da un guscio esterno in pelle e cuscini in tessuto. Differenti elementi in legno, tra cui il piano d’appoggio, contribuiscono a creare dinamismo tra le parti, così come gli inserti e i dettagli in metallo oro spazzolato tra cui la base tubolare, che solleva da terra la struttura.

Il risultato è un complemento d’arredo visivamente leggero, moderno e dal design accattivante. L’elemento laterale del divano viene ripreso dalla poltroncina, comoda, profonda e dalla struttura sottile ma molto presente, con due braccioli squadrati che richiamano in modo evidente il design dei fifties, qui in chiave moderna. Vine propone poi un sistema di coffee table su più altezze e in più dimensioni e finiture, accomunati da una base a quattro razze impreziosita da un anello metallico. Completano il progetto il mobile contenitore, un’architettura con inserti in vetro e un interessante gioco di volumi, e la consolle, resa unica dalla smussatura appena accennata del suo piano in marmo.

BEDROOM

Il letto Vine è imponente ed estremamente elegante, con una spalliera rivestita in pelle che si trasforma in giroletto, anch’esso rivestito. Anche nel letto ritroviamo gli stilemi della collezione, come l’essenza di legno, che richiama le rampicanti, e gli inserti e dettagli in metallo oro spazzolato. Le sottili cuciture a vista definiscono eleganti alternanze di linee sulla spalliera e lungo il profilo del giroletto, sottolineando la fattura artigianale del prodotto.

La struttura di legno dei comodini, della panchetta e della toeletta, che avvolge piani accuratamente rivestiti da pregiata pelle, richiama inevitabilmente quella del letto, creando un ambiente coordinato. Il pouf, invece, con una vistosa lingua in pelle sullo schienale, si distingue dagli altri elementi ed è reso unico da una base in metallo oro e una grande apertura frontale, che consente non solo di poggiare i piedi, ma anche eventualmente di conservare oggetti: libri, riviste, un ornamento. Concludono la zona bedroom il comò, dall’aspetto formale, compatto e lineare, e i due specchi in forme differenti: circolare con inserti in pelle e adornato da un anello in metallo oro, e a foglia, con un impianto d’illuminazione celato nella struttura.

DINING

Frank Jiang interpreta la zona dining progettando arredi che riprendono la cifra stilistica delle architetture moderne. Caratteristico è il tavolo scultura, con un top in più finiture e una base a due elementi in legno, impreziositi da una fascia in metallo oro spazzolato e inserto in marmo. Le linee leggermente inclinate della base, così come la smussatura del top alle estremità, contribuiscono a rendere la struttura visivamente slanciata e leggera. Pensate come accostamento ideale al tavolo, le sedute giocano su una rilevante apertura ad arco sullo schienale, così come sulla scocca rivestita che, curvandosi, dà forma a due ali che fungono da braccioli. L’elemento metallico caratteristico di tutta la collezione Vine lo ritroviamo qui come decoro delle quattro gambe.

Sollevate da terra grazie a quattro gambe sottili in legno, la vetrina e la credenza sono costituite da due elementi ben distinti ma che tra loro interagiscono con equilibrio: la struttura principale in legno, con elementi in metallo, e dei volumi in vetro fumé che, sporgendo dalla struttura, creano un intrico di linee su più piani, manifestazione di un progetto pensato davvero in ogni suo dettaglio.

You Might Also Like

Rispondi